Commercialista Passo Corese e Roma

Saldo e stralcio delle somme iscritte a ruolo per chi è in gravi difficoltà economiche

DI COSA SI TRATTA?

La procedura di saldo e stralcio prevista dalla Legge di Bilancio 2019 riguarda gli omessi versamenti delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali IRPEF, IRAP e IVA, e dalle attivita’ di liquidazione effettuate a seguito del controllo automatizzato.

La possibilità di definizione è in ogni caso subordinata alla circostanza che il soggetto debitore versi in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica.

Il cd “saldo e stralcio” si estrinseca nel pagamento di una sola parte delle somme dovute, comprovate dalle cartelle di pagamento.

L’importo dovuto sarà quantificato a seconda della gravità della loro situazione economica.

Nello specifico, la previsione riguarda gli affidamenti agli Agenti della Riscossione effettuati nel periodo 1° gennaio 2000-31 dicembre 2017.

CHI SONO I SOGGETTI INTERESSATI?

La novità riguarda, esclusivamente le persone fisiche, quindi sono escluse le società di persone e di capitali.

COME DI ADERISCE

L’Isee dei beneficiari della misura non deve essere superiore ad Euro 20.000

Sarà possibile regolarizzare la propria posizione con tre aliquote:

 - Versando il 16% del dovuto se l’Isee non supera gli 8.500 Euro;

 - Pagando il 20% se l’Isee è ricompreso tra Euro 8.500 ed Euro 12.500;

 - Versando il 35% del dovuto se l’Isee è superiore ad Euro 12.500 ma inferiore ad Euro 20.000;

Il debito può essere pagato senza sanzioni né interessi, in un’unica soluzione, entro il 30 novembre 2019 oppure in 5 rate alle seguenti scadenze: 30 novembre 2019, 31 marzo 2020, 31 luglio 2020, 31 marzo 2021 ed il restante entro il 31 luglio 2021.

La volontà di aderire alla misura in questione viene manifestata previa presentazione di opportuna istanza entro e non oltre il 30 aprile 2019.