Commercialista Passo Corese e Roma

Monitoraggio della liquidità aziendale - costruzione del budget di cassa a Passo Corese

In un periodo di perdurante crisi di liquidità quale quello che stiamo vivendo particolare attenzione va rivolta alla gestione della liquidità, così da evitare imbarazzanti (oltre che pericolose) situazioni di deficit di cassa, che possono mettere in difficoltà il management aziendale nel far fronte alle scadenze di pagamenti inderogabili (erario, dipendenti, istituti previdenziali) o ad altri impegni formalmente assunti.

E’ comunque buona regola tenere permanentemente sotto controllo i flussi monetari in entrata ed uscita al fine di realizzare il giusto equilibrio. Ciò anche per evitare la maturazione di oneri finanziari non derivante da effettivi fabbisogni di fondi ma da una gestione di cassa poco oculata.

Occorre predisporre un adeguato sistema di previsione dei movimenti monetari generati dallo scorrere delle operazioni di gestione, e quindi elaborare efficaci procedure di pianificazione e controllo dei flussi di cassa con il triplice scopo di:

   a) Prevedere analiticamente l’andamento dei saldi di liquidità nel breve periodo;

   b) Valutare l’impatto finanziario delle scelte operative;

   c) Definire le modalità di copertura del fabbisogno finanziario di periodo;

   d) Verificare il rispetto dei vincoli imposti dal mercato finanziario;

   e) Prevedere l’entità e la durata degli investimenti delle risorse liquide in eccesso.

In estrema sintesi il budget di cassa (o di tesoreria) consente di prevedere analiticamente gli incassi che l’azienda riceverà e i pagamenti che effettuerà nel breve periodo, indicativamente su base mensile.

La costruzione di un budget di tesoreria richiede l’applicazione del seguente processo con le relative fasi:

   1. Stima dei ricavi attesi e dei relativi incassi;

   2. Stima della struttura di costo e dei relativi pagamenti;

   3. Stima dell’Iva da liquidare.

Lo Studio offre la consulenza nella costruzione del budget di cassa così da tenere sempre sotto controllo “lo stato di salute” della finanza mediante appropriate analisi per farne la diagnosi e per poter predisporre le eventuali cure.